yoga per disabili

Andare in basso

yoga per disabili

Messaggio  orefice.veronica il Gio Dic 04, 2008 6:04 pm

Un esercizio di Yoga
YOGA:
Yoga per disabili. Il disabile trae senz’altro benefici nell’applicazione della disciplina yoga in quanto le sue tecniche coinvolgono in maniera totale l’individuo nelle sfere fisico - emozionali - intellettuali nonché spirituali.
Yoga significa anche unione, integrazione e si rivolge soprattutto alla mente dell’uomo per sostituire i fattori negativi e disintegrativi che lo disturbano con altri, quelli positivi e unificatori come l’amore, la serenità e l’equanimità. Lo Yoga, sistema di tecniche fisiche e di rilassamento proveniente dall’India, può essere utilizzato non solo per allontanare lo stress e migliorare le funzioni del corpo, ma anche per sviluppare l’intera personalità.
Dal punto di vista dell’handicap fisico di vario tipo, le posizioni yoga (asana) e le tecniche di respirazione (pranayama), migliorano la circolazione lenta del sangue nell’arto imperfetto, stimolano le funzioni nervose e sviluppano i muscoli deboli. Si può ottenere così un miglioramento della salute generale del corpo.
In casi di poliomielite, le tecniche yoga hanno offerto maggiori vantaggi della fisioterapia, in quanto oltre al movimento adeguato, si aggiunge la consapevolezza del gesto in accordo al respiro, rendendo più efficace la terapia stessa. Un destinatario del corso è afflitto da tale malattia.
Dal punto di vista dell’handicap mentale, alcune tecniche migliorano il ritardo delle persone mentalmente disabili, apportando un maggior flusso di sangue al cervello, inducendo la focalizzazione del pensiero, la coordinazione dei movimenti e l’adattabilità sociale. Per quanto riguarda la salute spirituale, i disabili attraverso lo Yoga hanno un mezzo per penetrare più profondamente in se stessi.
Questo può essere molto utile al disabile......migliora la sua relazione con se stesso...solo così potrà al meglio interagire con gli altri...voi che ne dite.....?

orefice.veronica

Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 21.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  mariarosaria tarallo il Gio Dic 04, 2008 11:55 pm

ciao, se una persona ne trae benefici, perché no? santa
avatar
mariarosaria tarallo

Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 16.11.08
Località : NApoli provincia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

buona idea

Messaggio  simona.asciolla il Ven Dic 05, 2008 1:41 am

Infatti...può essere utile per "TUTTI" !!!
Come ha detto Rosy, se ci sono dei benefici, allora ben venga...quante più cose ci sono che possano aiutare i disabili a stare meglio con se stessi e con gli altri,meglio è!!! Very Happy

simona.asciolla

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 15.11.08
Età : 31
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  angela rivieccio il Ven Dic 05, 2008 10:40 am

Non sapevo che lo yoga potesse aiutare anche coloro che presentano ritardo mentale portando alla focalizzazione del pensiero, alla coordinazione dei movimenti e all'adattabilità sociale.Pensavo che avesse soltanto la funzione di rilassare e allontanare lo stess e invece è importante anche per sviluppare la personalità.
angela rivieccio
avatar
angela rivieccio

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 22.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  rita_anvg il Ven Dic 05, 2008 10:46 am

Anche io come angela pensavo che lo yoga avesse solo lo scopo di "rilassare"...però, come ha detto Rosaria, se fa bene perchè no? Smile
Chi più ne ha più ne metta Wink a patto che gli effetti benefici siano effettivi.

Buona giornata flower
avatar
rita_anvg

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 25.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  mariarosaria tarallo il Ven Dic 05, 2008 11:41 am

sullo Yoga, in generale, ci sono molti siti in rete, tra i quali questo:http://www.meditare.it/yoga/yoga.htm ; entusiastico grazie alla Collega che, con la sua esaustiva introduzione, ha iniziato questo confronto, aprendo una finestra su un percorso seguito da tante persone nel mondo.
______________________________________________________________________________________________________________
Questi, invece, sono stralci da un articolo-testimonianza direttamente collegato all'aspetto messo in luce dalla Collega Veronica , e che potete leggere integralmente cliccando la Fonte: YOGA JOURNAL

Così ho domato la mia rabbiaYoga e disabilità: un racconto di dolore e rinascita di Silvia Icardi

Immaginate gli sguardi insistenti della gente per strada, immaginate di leggere l’imbarazzo sul viso di chi avete appena conosciuto, i mormorii alle vostre spalle quando lasciate una stanza. Immaginate tutto questo, tutti i giorni da quando siete nati. Forse così potete capire quale carico di stress, di tristezza, di peso psicologico debba reggere sulle proprie spalle una persona portatrice di handicap».
Con queste parole Gian Piero Carezzato, 38 anni milanese, focomelico, al 4 anno del Corso ISFIY della Federazione Italiana Yoga, cerca di portarci per mano lungo un difficile processo di immedesimazione.«Sono stato arrabbiato per tanto tempo, ma quasi non me ne rendevo conto - continua - Era un malessere sotterraneo, subdolo, difficile da decifrare. Solo dopo mi sono reso conto che ero costantemente concentrato sulla mia sfortuna. La mia mente era dominata da un’unica idea. Un’idea martellante che ricopriva ogni cosa: studio, amicizie, sport».
Gian Piero racconta che questa costante tensione finì per procurargli, intorno ai 23 anni, un formicolio alla testa, «come degli spilli sul cuoio capelluto», che non lo lasciava mai. Era il suo sistema nervoso che stava andando in tilt. Dopo molte visite, l’incontro che ha rappresentato la svolta. Quello con un neurologo illuminato che dopo un rapido sguardo alla montagna di esami sulla sua scrivania non ebbe dubbi: «Sei sano, non hai niente. Devi solo rilassarti, staccare la spina, distogliere l’attenzione dal tuo pensiero fisso. Perché non provi con lo yoga?». L’altro incontro, quello decisivo che gli ha cambiato la vita, è stato quello con Piera Scarabelli (del Centro Ginnastica Moderna, via Santa Marta 19/A, Milano, ndr) l’insegnante conosciuta 15 anni fa e mai più abbandonata. «Una persona eccezionale - spiega Gian Piero - capace di infondere fiducia, di immedesimarsi nella mia situazione,di spronarmi anche nei momentipiù difficili». Ben presto il formicolio è scomparso, lo stress si è allentato, lasciando posto a una visione più positiva.

Abbatti le barriere
«La pratica è stata per me un’incredibile iniezione di fiducia - continua Gian Piero - Guardando gli altri mi sono reso contoche la disabilità è trasversale e che anche i cosiddetti normali hanno le loro difficoltà. Ho capito che potevo fare cose che fino ad allora credevo mi fossero precluse. Con lo yoga ho imparato ad accettare i miei limiti, a concentrarmi su ciò che ho senza lamentarmi di ciò che mi manca. (..)Grazie a questo sforzo di concentrazione sono riuscito a utilizzare il mio corpo, quella forma che era una gabbia per me, proprio per superare tale gabbia. Con gli anni, lo yoga mi ha anche insegnato a concentrarmi sul momento presente, su ciò che sto facendo, senza rimuginare sul passato o perdermi in elucubrazioni sul futuro. Lo yoga ti àncora al qui e ora e questa è una vera salvezza per chi non sta bene».

La rinascita
(...) La grande lezione dello yoga è soprattutto questa: affrontare ogni evento della nostra vita senza sfuggirgli, saperlo leggere, anche il più sfortunato, il più doloroso, come un’opportunità, un’occasione di cambiamento e di crescita spirituale. In questo senso lo yoga ha un potere terapeutico, salvifico. A volte penso che se non fossi stato focomelico forse non avrei mai scoperto lo yoga. Oggi sono molto meno arrabbiato di un tempo. Certo, ci sono giorni in cui ancora la rabbia riaffiora e confrontarsi con essa è sempre faticoso. Ma per la maggior parte del tempo sono sereno, penso positivo, mi concentro sulle cose che devo fare e sul piacere che ne traggo. Oggi cammino per strada tranquillo, in armonia con ciò che mi circonda. Anzi credo che il disabile abbia un ruolo fondamentale in questa società che fa dell’immagine del corpo perfetto un modello dominante. Ha il ruolo di portare l’imperfezione, la diversità come elemento naturale, aiutando tutti a capire che il diverso, ciò che non conosciamo, che non è uguale a noi, è sempre un preziosissimo arricchimento». Proprio a lezione di yoga Gian Piero ha conosciuto la sua attuale compagna, «il terzo dei grandi incontri della mia vita». Oggi convivono. A tanto arriva lo yoga!
avatar
mariarosaria tarallo

Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 16.11.08
Località : NApoli provincia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

yoga

Messaggio  martina Spagnuolo il Ven Dic 05, 2008 2:00 pm

per me va benissimo utilizzare lo yoga per scopi terapeutici, l'importante è avere il risultato migliore nel migliore dei modi, e infatti credo che lo yoga non faccia nemmeno soffrire.
avatar
martina Spagnuolo

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 32
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  aiello maria il Ven Dic 05, 2008 2:21 pm

Anche io non conoscevo la positvità della pratica yoga nella cura dei disabili.
In risposta allla domanda di Veronica posso dire che effettivamente se esso determina effetti positivi soprattutto sulla personalità allora credo che valga la pena di usufruirne.
La pratica yoga permette , quindi , di rivedere la disabilità come elemento trasversale all’essere umano, favorendo l'accettazione dei propri limiti per integrarli e trasformare così le proprie debolezze in potenzialità.
In questo modo si facilta la possibilità di un percorso in cui Disabili e normodotati insieme possano vivere al meglio la propria condizione esistenziale.

grazie per lo spunto di riflessione

aiello maria

Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 18.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  gemma.ranieri il Ven Dic 05, 2008 3:07 pm

Lo yoga può essere un'attività quotidiana importante per l'autoconsapevolezza, per venire a contatto con se stessi e con il mondo. Quindi se ha effetti positivi sull'individuo considerato "normale", perchè non dovrebbe esserlo anche per il disabile?
Dobbiamo però tener conto che non tutti i disabili potrebbero avvicinarsi a questa disciplina perchè molti hanno difficoltà motorie o di concentrazione. Perciò forse si potrebbe parlare di PARA-YOGA?

gemma.ranieri

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 27.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  Alessia.Zoccoli il Ven Dic 05, 2008 4:47 pm

Lo yoga ha tutte queste qualità?Allora è utilissimo non solo per i disabili, ma anche per noi. rabbit Mi informerò sull'argomento e vi farò sapere qualcosina interessante.Grazie Veronica Very Happy

_________________
Alessia Zoccoli
avatar
Alessia.Zoccoli

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 17.11.08
Età : 31
Località : Ciampino

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

quale tipo di yoga?

Messaggio  Roberta Romano il Ven Dic 05, 2008 7:29 pm

interessante!!!!!
ma mi chiedo:
quale tipo di yoga?
ne esistono varie tipologie...!?!

Roberta Romano

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 28.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

su yoga e disabilità

Messaggio  Maria il Sab Dic 06, 2008 5:29 pm

non sapevo che esistesse questa oppurtunità...conoscendo la sua importanza e i suoi benefici non vedo perchè non utilizzare questo tipo di tecnica che fa bene non solo al corpo ma anche alla mente Smile
avatar
Maria

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: yoga per disabili

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum