ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Venezia, nuovi pontili per i taxi per le persone con disabilità

Messaggio  Sorrentino Lucia il Dom Nov 23, 2008 2:28 pm

Risollevando il problema sulle Barriere architettoniche, mi viene in mente una delle ultime costruzioni riguardo il PONTE DI CALATRAVA A VENEZIA e i progetti riguardo i nuovi pontili per i TAXI per le persone con disabilità.
Certo che la costruzione è stata proposta in funzione alle difficoltà che i diversamente abili incontrano nel poter visitare una città così famosa in tutto il mondo.
Questo è un articolo pubblicato il 18/04/2008 prima dell'inaugurazione di settembre 2008:

"[b]Venezia, nuovi pontili per i taxi per le persone con disabilità

Cinque nuovi luoghi di salita e discesa e porte d'accesso finalmente larghe per poter viaggiare anche all'interno delle cabine. Le novità dalla modifica del regolamento comunale
VENEZIA - Nuovi pontili per i taxi per i disabili alla Fenice, Giudecca, Giardinetti Reali e S. Elena, che andranno ad aggiungersi a quello in aeroporto, pronto entro l'anno. Inoltre, i disabili non saranno più costretti a viaggiare all'esterno delle cabine dei motoscafi, a causa delle dimensioni delle porte d'accesso. La modifica del regolamento comunale votata in commissione prevede che i 5 motoscafi privati che trasportano i disabili dotino le loro barche di cabine con una porta alta almeno 1,35 metri, e con spazi all'interno d'altezza non inferiore a 1,40 metri, con sistemi d'ancoraggio per le carrozzine.

(18 aprile 2008)

[/b][u]


Gli argomenti sono propositivi, ma nell'atto pratico come è successo in fase di inagurazione del ponte progettato da un noto architetto spagnolo, sono emerse le innumervoli problematiche, per la maggior parte legate ai problemi della disabilità.
Il problema delle barriere architettoniche lo vedo come il problema dell'integrazione, si parla tanto e si fa pochissimo e di buono si fa ancor meno.
Poichè è un problema radicato e distrubuito nella ns. società, andrebbe risolto tenendo sempre presente che gli utilizzatori di queste strutture possano essere tutti, compresi i diversamente abili.
Ritengo che questo derivi da un problema di fondo della ns. società, quando si fanno dei progetti che siano per la costruzione di uno stabile o una struttura qualsiasi c'è sempre un'approssimazione legata ad una cattiva politica (corruzioni) e quindi gestione di danaro pubblico a mio avviso molto avvilente, andando a risparmiare su cose importanti e fondamentali penalizzandio tutto ciò che rigurada il pratico della vita quotidiana di noi cittadini.
Vorrei aggiungere che avendo vissuto per due anni nel Nord Italia per motivi di lavoro, ho avuto l'opportunità di raccogliere un'esperienza diversa dalla realtà del Sud che sicuramente è sempre più distante e poco risolutiva alle problematiche dei diversamente abili. Eppure in una epoca così all'avanguardia ancora oggi non è ancora ampia la visione di una democrazia rivolta ad un pubblico ad ampio raggio senza differenze intese nella multiculturalità (che è un'altro dei problemi presenti nella ns.società) e dell'integrazione dei diversamente abili con strutture che permettono la regolarità di vita quotidiana.
Ne è l'esempio attuale del ponte di Caltrava a Venezia, progettato da un architetto spagnolo , con i suoi innumerevoli problemi di carattere pratico quali una bella struttura , ma con passamani in ottone che in piena estate si surriscladano e quindi crea dei disagi per l'appoggio, gli scalini bellissimi trasparenti che in pieno giorno per un effetto ottico non si riescono a vedere e quindi si rischia di cadere inoltre non c'è la possibilità di poterli atraversare in carrozzella, questo è un grosso problema per i diversamente abili e non solo , ma una grande fatica per chi li accompagna., questo ed altro.(Ci sono molti video su YOUTUBE che fanno emergere le problematiche del Ponte Caltrava)
Resto nella speranza che nel futuro si possano effettivamente risolvere le problematiche avendo il buon gusto di farlo davvero.
Lucia Sorrentino
avatar
Sorrentino Lucia

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 22.11.08
Età : 51
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  orefice.veronica il Sab Nov 29, 2008 4:36 pm

I disabili lottano quotidianamente contro le Barriere Architettoniche.
Partiamo dal concetto stesso di barriere architettoniche: Le barriere architettoniche sono, in senso lato, quegli ostacoli fisici e senso-percettivi che impediscono alle persone di potersi muovere liberamente nello spazio costruito ed in quello naturale.
Per barriere architettoniche si intendono:
gli ostacoli fisiciossia quelli che impediscono e/o limitano gravemente la possibilità di deambulare in modo autonomo e sicuro (es. marciapiedi troppo stretti, rampe con eccessiva pendenza);
gli ostacoli localizzativi, ossia quelli che impediscono o rendono difficoltoso, in mancanza di accorgimenti tecnici e segnalazioni, l’orientamento nell’ambiente naturale ed in quello costruito (es. mancanza di segnalazioni sonore e luminose);
- la mancanza di attrezzature o componenti (es. arredi o terminali degli impianti) idonei agarantire lapiena fruibilità degli spazi.
Dal 2000 la nostra società è immersa nella tecnologia, fibre ottiche, elettrodomestici intelligenti che si comandano a distanza, viaggi di piacere nello spazio, ma in questo mondo “iper-tecnologico” non ci rendiamo conto che molte persone che soffrono di ridotte capacità motorie, visive o uditive si trovano, purtroppo, ad essere ancora discriminate poichè nella nostra città sono ancora presenti tante barriere architettoniche, malgrado le Leggi ne impongono l’eliminazione.
La normativa della Legge 104/92, nello specifico, punisce con ammenda e sospensione dagli albi professionali i progettisti, direttori dei lavori, responsabili tecnici e collaudatori che non si attengono alle direttive sulle barriere architettoniche.
In seguito alla Legge 104/92, tutte le successive norme in materia hanno sancito espressamente che gli edifici pubblici e privati, di nuova costruzione, così come gli edifici pubblici e privati in fase di ristrutturazione, devono essere realizzati in conformità agli standard previsti dalle normative vigenti.
Ma le Leggi devono essere rispettate, non devono servire solo a riempire pagine di libri, manuali di diritto e codici.
L’eliminazione delle Barriere Architettoniche è un diritto del cittadino disabile sancito dalla Costituzione.
L’essere umano deve essere visto come il fulcro della società del futuro.
Per integrare a pieno un bambino o comunque anche un adulto disabile, bisogna partire da quelli che sono gli elementi di base: Rispetto per l'altro ed eliminazione delle barriere architettoniche.
Voi che ne dite?

orefice.veronica

Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 21.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  angela cecere il Dom Nov 30, 2008 3:17 pm

Un pò di tempo fa ,navigando in rete mi è capitato di leggere quest articolo: "In Veneto più servizi per i disabili sui treni".
L'articolo diceva che ,la Regione del Veneto finanzierà una modifica funzionale ad alcune carrozze ferroviarie di Trenitalia per aumentare la fruibilità del servizio da parte delle persone disabili.
Per queste finalità, ha fatto presente l’assessore alle politiche della mobilità Renato Chisso, promotore dell’iniziativa che sono stati messi a disposizione della società ferroviaria 50 mila euro. A favore delle persone con limitazioni della capacità motoria aggiungendo peraltro l’obbligo di particolari parametri qualitativi per la fruibilità del servizio nel contratto stipulato tramite gara europea e valido fino al 2011. Tuttavia per migliorare ulteriormente questa possibilità, anche al di sopra degli standard di contratto: nel corso di una serie di incontri che sono stati promossi con Trenitalia S.p.A. ed esponenti dell’Associazione per i diritti dei disabili residenti nel territorio regionale, è emersa l’esigenza di aumentare la disponibilità di carrozze idonee al trasporto dei soggetti disabili. Trenitalia ha individuato all’interno del parco rotabile la tipologia di vetture Aln 668 come possibile oggetto di adattamenti, mediante la modifica della larghezza della porta di comunicazione tra bagagliaio e vano viaggiatori in maniera sufficiente da permettere l’ingresso delle carrozzine e l’allestimento di apposita area nel comparto viaggiatori in cui sia possibile effettuare l’ancoraggio di una sedia a rotelle. La regione Veneto ha accolto la disponibilità della società ferroviaria mettendo a disposizione i fondi necessari e incaricando la propria Direzione Mobilità degli adempimenti conseguenti. Contano di potenziare questo servizio a partire dalla linea Bassano Mestre. Ho postato quest articolo perchè mi sembra molto vicino alla tematica proposta da veronica,l'iniziativa rappresenta a mio avviso un piccolo passo verso l'abbattimento di alcune delle barriere architettoniche che costituiscono un "limite aggravante" per il disabile.

angela cecere

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 21.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

E SE CI SEDESSIMO NOI IN CARROZZINA?

Messaggio  Antonella Rivellino il Mer Dic 03, 2008 8:36 pm



Il provocatorio titolo di questo video lascia pensare...
tutti noi immaginiamo le barriere che potrebbero esserci per una persona in carrozzina che decida di muoversi ,autonomamente o in compagnia,per le nostre strade,
ma quando "uno di noi" ( senza disabilità motoria) prova a sperimentare davvero cosa accade,tutto diventa di una chiarezza disarmante,cresce anche comprensibilmente,la rabbia per l'inciviltà della nostra società.

Credo che questo video ( ed altri molto simili che sono su You tube) debba circolare,cosicchè nessuno di noi si trovi ( anche distrattamente) ad accentuare queste difficoltà; basta una macchina davanti ad uno "scivolo",un motorino sul marciapiedi etc... per "bloccare le ruote" di una carrozzina!
avatar
Antonella Rivellino

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  ivana.clemente il Mer Dic 03, 2008 9:08 pm

Anto grazie di aver postato questo video! purtroppo è vero molte persone non si rendono conto dei disagi che provocano parcheggiando davanti le discesine per le carrozzelle! se andate sul sito del tg "studio aperto" (http://www.studioaperto.mediaset.it/) potete osservare proprio questo problema! (non ci andate subito perchè il tg è finito da poco e dovete dargli il tempo di caricare la puntata sul web)! purtroppo c'è molta gente che se anche gli fai presente che intralciano la discesina, nei migliore dei casi, ti ignora! è una cosa vergognosa anche perchè tutti si definiscono "favorevoli all'integrazione", ma molte volte (e questa ne è un caso) passano sopra i diritti dei disabili!
bacini! iv!
avatar
ivana.clemente

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 19.11.08
Età : 31

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

altri video

Messaggio  Antonella Rivellino il Mer Dic 03, 2008 9:48 pm

Infatti Ivana,è proprio così,ancora in tanti credono che questa cosa non sia importante...
Su you tube comunque ci sono moltissimi video simili a quello che ho pubblicato,ovviamente non li posto perchè non serve appesantire il forum,ognuno sa dove può andarli a cercare.

Volevo però sottolineare che c'è anche un'altra incoerenza per quanto riguarda l'abbattimento delle barriere architettoniche,quella degli autobus cosidetti a norma...
Alcuni di essi infatti hanno il posto per la carrozzina con le particolari cinture di sicurezza,ma sono sprovvisti di pensilina per far salire la carrozzina sull'autobus,
che presa in giro è? Evil or Very Mad
avatar
Antonella Rivellino

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare

Messaggio  simona.asciolla il Mer Dic 03, 2008 9:58 pm

Infatti è così...si parla tanto di eliminazione delle barriere, ma poi...!
Questo è bruttissimo Suspect
Purtroppo la realtà che ci circonda non è una delle più positive,questo è però in Italia...perchè negli altri paesi le cose funzionano molto meglio!!!

simona.asciolla

Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 15.11.08
Età : 31
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  rita moscatelli il Mer Dic 03, 2008 10:28 pm

Ciao, ragazze, l'argomento da voi affrontato mi ha fatto venire in mente un film di Carlo Verdone, "Perdiamoci di vista", in cui la protagonista, costretta a vivere su di una sedia a rotelle, durante un viaggio in autostrada, si trova in grande difficoltà perchè non ci sono, sulle aree di servizio, motel forniti di toelettes per diversamente abili. L'episodio mi ha fatto riflettere su quanto forti possano essere i disagi causati dalle barriere architettoniche, soprattutto nell'ambito delle piccole necessità quotidiane. Penso inoltre che basterebbe veramente poco per consentire ai diversamente abili di vivere una vita adeguata alle loro necessità.
Rita Moscatelli

rita moscatelli

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 19.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  angela rivieccio il Mer Dic 03, 2008 10:46 pm

Sono d'accordo con Simona sul fatto che la situazione in Italia è sconcertante mentre negli altri paesi i disabili incontrano molto meno ostacoli nella vita di tutti giorni.
angela rivieccio
avatar
angela rivieccio

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 22.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

secondo voi

Messaggio  Antonella Rivellino il Gio Dic 04, 2008 1:03 am

Secondo voi perchè c'è questa differenza tra l'Italia e alcuni altri paesi?
avatar
Antonella Rivellino

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  rita_anvg il Gio Dic 04, 2008 3:08 pm

L'Italia è scandalosa da questo punto di vista.
Vorrei mostravi due video che mostrino come prendere un autobus un'odissea per i disabili italiani.

In Italia:



Nel Regno Unito (Londra):
avatar
rita_anvg

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 25.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Eliminiamo le barriere architettoniche

Messaggio  rita moscatelli il Gio Dic 04, 2008 8:32 pm

A proposito della domanda di Antonella sul perchè i disabili incontrino in alcuni altri paesi meno ostacoli che in Italia, vorrei mettere in evidenza che, nell'ambito stesso della nostra nazione, vi sono regioni più o meno organizzate nel sostegno per i diversamente abili. Infatti il processo di regionalizzazione in atto presso di noi sta acuendo il forte divario esistente già da secoli tra nord e sud, penalizzando notevolmente il Meridione.
Ho avuto modo di sentire, nel corso di una puntata del "Maurizio Costanzo Show" di qualche settimana fa, che ad esempio le Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, forniscono ai disabili dei sofisticati macchinari che consentono loro di comunicare con i familiari e di ripristinare così dei rapporti che la malattia aveva interrotto.
Il Sud invece è tagliato completamente fuori da tale processo di miglioramento della vita del portatore di handicap.
Personalmente sono più preoccupata di tale divario interno che da quello nei confronti degli altri paesi.
Rita Moscatelli

rita moscatelli

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 19.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

eliminiamo le barriere architettoniche

Messaggio  giuliana di girolamo il Gio Dic 04, 2008 8:49 pm

per quanto riguarda quest'argomento,la situazione in italia è abbastanza sconcertante,si continuano a fare appelli per cercare di migliorare la condizione a queste persone ma la situazione è cambiata??????mi sembra proprio di no

giuliana di girolamo

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 26.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

forse

Messaggio  Antonella Rivellino il Gio Dic 04, 2008 8:56 pm

Forse anche perchè le persone " in carrozzina" e le loro associazioni hanno anche smesso di lottare su questo tema e finiscono per cercare metodi di trasporto differenti...

Ogni tanto una bella letterina di un avvocato all' Anm non farebbe male...qualche bella ganascia alle macchine pure etc....
avatar
Antonella Rivellino

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la mia opinione

Messaggio  Rossella Accardo il Gio Dic 04, 2008 9:15 pm

credo che gran parte delle barriere architettonoche vengono innalzate dalle persone tutti i giorni. spesso noi non porgiamo la mano a chi ha bisogno rendendo così insormontabile anche la più piccola difficoltà come attraversare una strada o scendere da un marciapiede.... Forse in Italia siamo rovinati proprio perchè alle reali barriere architettoniche si aggiungono le persone un pò "superficiali" pale
avatar
Rossella Accardo

Messaggi : 102
Data d'iscrizione : 18.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere...

Messaggio  concetta cesarano il Gio Dic 04, 2008 9:56 pm

Rossella concordo pienamente con te...penso che molto spesso le barriere di cui tu parli( indifferenza e superficialità) sono quelle che maggiormente danneggiano moralmente, le persone disabili.

concetta cesarano

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 39

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  rosa aromino il Gio Dic 04, 2008 10:57 pm

a tal proposito volevo segnalrvi un servizio di "Striscia la notizia" che ho visto pochissimi giorni fa. purtroppo non sono riuscita a trovarvi il video quindi vi posto il link dell'articolo: http://www.ilquaderno.it/politica.php?categoria=104&articolo=29182&sezionenotizie=39
che, comunque, vi riassumo.
La troupe di Striscia si è recata al terminal bus e alla stazione centrale per documentare le difficoltà a cui sono sottoposti quotidianamente i disabili. Ebbene, alla domanda -rivolta ad un conducente di pullman di linea - se il mezzo fosse abilitato al trasporto di disabili questi risponde di si, ma aggiunge che purtroppo non è davvero funzionante in quanto a lui non è stato consentito di effettuare un corso di abilitazione all'uso di questo ausilio in quanto non c'erano fondi a sufficienza ( per quanto il corso debba abilitare a pigiare su due tasti, modello ON - OFF )!!!!

Ma senza spostarci, potrei ricordarvi che alla Stazione Centrale di Napoli, Piazza Graibaldi per intenderci, i lavori ancora in corso per i mezzi della metropoiltana sembrano non prevedere alcun "percorso" che sia possibile effettuare da un diversamente abile con problemi alle gambe...o semplicemente da un anziano! Suspect

rosa aromino

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  mariarosaria tarallo il Gio Dic 04, 2008 11:02 pm

Antonella Rivellino ha scritto:
Ogni tanto una bella letterina di un avvocato all' Anm non farebbe male...qualche bella ganascia alle macchine pure etc....

soprattutto la ganascia ; )
Rimane più impressa
(penso...)
avatar
mariarosaria tarallo

Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 16.11.08
Località : NApoli provincia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

le barriere

Messaggio  martina Spagnuolo il Gio Dic 04, 2008 11:24 pm

Salve,
Io credo che la sensibilità dell’opinione pubblica e delle pubbliche amministrazioni verso le persone più sfortunate, magari affette da disturbi di carattere mentale o fisico è radicalmente cambiata nel corso degli ultimi anni in tutto il Paese. Addirittura si assiste ad una corsa ininterrotta a modificare anche la stessa terminologia usata nell’indicare le diverse disabilità: Si tratta di una “rivoluzione copernicana” in un’ampia branca delle scienze sociali che, tuttavia, stenta a volte a far affermare le sue ragioni allorché si passa dalla teoria all’implementazione pratica. Ancora una volta ad una espressione altisonante corrisponde invece un problema che molte persone devono affrontare nella vita di tutti i giorni: il superamento di quegli ostacoli fisici nell’accedere ai luoghi pubblici, ostacoli che una lunga stagione di disinteresse verso le necessità dei disabili ha permesso si venissero a creare.Non sono mai state previste le più moderne tecnologie per aiutare i diversamente abili per i quali, quindi, questa rimane una zona off-limits.
avatar
martina Spagnuolo

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 20.11.08
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: eliminiamo le barriere architettoniche!!!!

Messaggio  chiara.cicione1 il Ven Dic 05, 2008 3:32 pm

Nessuno nega che il cammino è arduo, impervio e lungo..
Non ci sarà mai un cambiamento radicale se non mutano prima i nostri sentimenti verso chi ci è accanto e ancora di più con chi ne ha bisogno. Se questo cambiamento non avverrà, non potremmo sperare in città a misura delle persone in difficoltà. Se si persegue sempre la logica degli interessi, non verranno mai apportati significativi cambiamenti!

chiara.cicione1

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 29.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  Alessia.Zoccoli il Ven Dic 05, 2008 4:24 pm

Questo è un altro aspetto raccapricciante della società che ci circonda.C'è soprattutto menefreghismo da parte di tutti coloro che dovrebbero essere i diretti interessati: Ingegneri, addetti del comune, e politici stessi.Anche se, avendo viaggiato un pochino in altre città europee, ho notato un'enorme differenza.L'Italia è sempre più arretrata in tutto, non c'è nulla da fare.Pochi posti auto per disabili, scuole senza pedane per diversamente abili, ascensori senza tasti con scrittura braille.E' normale tutto ciò?NO!!ASSolutamente....Ed è vero, non bisogna solo riempire i codici del diritto con leggi che non vengono applicate, che non tutelano noi, i nostri cari e i diversamente abili che non possono vivere con una buona qualità di vita.

_________________
Alessia Zoccoli
avatar
Alessia.Zoccoli

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 17.11.08
Età : 31
Località : Ciampino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PROPOSTA DI COLLEGAMENTO

Messaggio  Antonella Rivellino il Ven Dic 05, 2008 6:11 pm

Sul tema c'è anche questa proposta interna al forum:

COMBATTERE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE NON SIGNIFICA CAMBIARE IL MONDO DA SOLI: http://psicpedagogia.forumattivo.com/il-tuo-primo-forum-f1/combattere-le-barriere-architettoniche-non-significa-cambiare-il-mondo-da-soli-t19.htm
avatar
Antonella Rivellino

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 15.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SUPERAMENTO DELLE BARRIERE

Messaggio  elvira70 il Ven Dic 05, 2008 8:39 pm

In inglese viene chiamato Universal Design, in italiano è il «Design per tutti».
Che cosa significa? Che qualsiasi nuovo oggetto progettato deve poter essere utilizzato dal maggior numero di persone possibile: casa compresa.
È questa la filosofia che sta alla base di una corrente di pensiero nata negli Stati Uniti e arrivata negli ultimi anni anche in Europa: quando si progetta qualsiasi oggetto, da una semplice matita fino ad un intero appartamento, l'idea che sia accessibile, utilizzabile da tutti, deve fare parte del progetto stesso fin dall'inizio.

In altre parole viene superata una visione del mondo «separata», che distingue tra persone disabili e non. Un concetto elementare, che potrebbe contribuire a cambiare il modo di vedere le barriere - architettoniche e non solo - e l'idea stessa di diverse abilità. Già, perché quando si parla di casa, nel nostro Paese le barriere sono ancora moltissime. E le più difficili da abbattere sono proprio quelle che non si vedono, quelle culturali, fatte di pregiudizi e ancora troppo spesso di discriminazioni. Così, quando una persona disabile si trova a dover cercare un alloggio uno dei primi diritti di ogni cittadino le difficoltà arrivano puntuali. In Italia, la normativa legata all'eliminazione e al superamento delle barriere architettoniche è caratterizzata da una prima grande distinzione tra edifici e spazi (pubblici e privati) aperti al pubblico ed edifici e spazi privati.
Per il primo gruppo, la normativa di riferimento è la Legge 118 del 30 marzo 1971; l'edilizia privata, invece, è regolata dalla Legge 13 del 9 gennaio 1989.
Una legge, quest'ultima, che dà delle linee precise per una situazione minimale di accessibilità, e che affronta il problema con una logica nuova rispetto ai precedenti provvedimenti: parte infatti dalla prevenzione anziché dalla sanatoria di costruzioni già esistenti.
C'è una carenza di conoscenza delle leggi da parte di architetti, ingegneri e geometri si aggiunge poi una profonda mancanza da parte della formazione. Esistono corsi di aggiornamento per molte altre figure professionali, ma pochissimi nel campo dell'edilizia. Sta quindi alla sensibilità del singolo, e all'iniziativa personale, studiare, informarsi, capire le leggi, avere attenzione per l'accessibilità. «Ci sono architetti specializzati, ma si contano sulla punta delle dita.
Il problema, però, non si limita solo a questo aspetto: anche nei corsi dedicati alla progettazione urbanistica di una città accessibile, mancano comunque soluzioni fini, per la vita quotidiana della persona. È una questione di cultura prima di tutto, ma in senso tecnico: mancano testi, mancano persone a livello di docenza, tutti si fermano all'epidermide del problema».

E perché le barriere, da fisiche, si trasformino in «culturali» e «mentali», il passo è molto breve, c'è una scarsa attenzione al problema, sono ancora radicate le discriminazioni. Mi riferisco alle case in affitto, in particolare: sono ancora troppi i casi di proprietari che rifiutano di affittare appartamenti ai disabili. Molti, quando vengono a sapere che l'eventuale affittuario è sulla sedia a rotelle, si tirano indietro. Pensano: ‘Un malato per casa? Non lo voglio'. Trovare un alloggio, allora, può diventare davvero un'impresa: un disabile rischia di trovarsi escluso dal mercato degli affitti a causa di discriminazioni, e al di fuori del mercato degli acquisti perché sono pochi gli alloggi che rispondono ai requisiti di accessibilità.

elvira70

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 19.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Barriere archittettoniche

Messaggio  carmela.romano il Sab Dic 06, 2008 2:25 pm

Ciao Anto, grazie per il tuo video.
Molte sono le leggi per abbattere le barriere architettoniche e per favorire l'integrazione dei "soggetti diversamente abili" ma, altrettanto sono numerosi i gesti con cui molti di noi ignorano le difficoltà di queste persone, considerando la diversità una "categoria B".
Spero, che noi future insegnanti possiamo far comprendere ai nostri allievi quanto "la diversità" sia una grande risorsa.
Carmela

carmela.romano

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 23.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il Mondo forse si sta rendendo conto che...

Messaggio  Alessia.Zoccoli il Mar Dic 09, 2008 4:02 pm

Forse qualcosa sta realmente cambiando, modificiandosi e si sta iniziando a riconoscere la vera difficoltà che molti disabili incontrano quotidianamente nella loro vita.Muoversi, passeggiare, andare a scuola, visitare un museo, andare ad una gita ed altre attività ancora risultano difficili se non addirittura impossibili con la presenza ancora massiccia delle barriere architettoniche.Ma col tempo, con l'ampio riconoscimento che sta avvenendo dei diritti del disabile a condurre una vita "NORMALE", la situazione sta mutando velocemente.Vi posto un articolo molto importante e ricollegabile all'argomento suddetto.
Lazio. 13 milioni di euro contro le barriere architettoniche

La commissione Lavori pubblici e politica della Casa ha dato il via alle graduatorie per le domande di finanziamento di intervento da parte di enti pubblici per l'eliminazione delle barriere architettoniche e il recupero di immobili nei centri storici
logo H

ROMA - "Si tratta di due provvedimenti che mettono a disposizione di Comuni ed enti pubblici, risorse importanti - ha commentato il presidente della commissione Giovanni Carapella - intanto per la destinazione degli stanziamenti, ma anche perché, in una fase di crisi economica come quella che stiamo vivendo, l'intervento pubblico è un volano fondamentale per dare respiro alle piccole e medie imprese. Tutte le opere, grazie a un emendamento votato all'unanimità dalla commissione, dovranno rispettare la legge sulla bioedilizia"

"Abbiamo ricevuto molte domande, che superavano la disponibilità economica - ha aggiunto l'assessore Bruno Astorre illustrando i provvedimenti - per questo abbiamo fatto ricorso a un finanziamento triennale, in maniera da aumentare le risorse a disposizione, abbiamo messo un tetto di 700 mila euro finanziabili per ciascun intervento, nella delibera sul recupero degli edifici pubblici, e, infine, abbiamo deciso che poteva essere finanziato un solo intervento per ente".

Per quanto riguarda il recupero degli edifici nei centri storici sono stati ammessi al finanziamento 58 interventi. Il 47 per cento della somma totale, pari a oltre 18 milioni di euro, sarà destinata a interventi nei piccoli comuni. Settanta, invece, gli interventi che saranno finanziati dalla Regione per eliminare le barriere architettoniche. In questo caso, dei 13 milioni e 400 mila euro che compongono lo stanziamento triennale, il 60 per cento sarà destinato ai piccoli Comuni.

_________________
Alessia Zoccoli
avatar
Alessia.Zoccoli

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 17.11.08
Età : 31
Località : Ciampino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ELIMINIAMO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum